Senza glutine, celiachia, vasocottura

Al Ristorante Le Querce troverete una mentalità aperta all’evoluzione, alla ricerca in favore del gusto e del mangiare bene
In quest’ottica, abbiamo deciso di sfruttare la tecnica della vaso-cottura per garantire qualità e sicurezza alle portate per persone celiache.
È pronto il nostro menù stagionale senza glutine

 

L’intolleranza alimentare, non è una malattia, ma una condizione associabile al piacere della tavola.
Con questa filosofia la buona ristorazione ha intrapreso un cammino di ricerca che coinvolge le varie forme di sensibilità alla nutrizione.

 

Una delle prime intolleranze più diffuse e riconosciute nell’ alimentazione umana riguarda il lattosio e i suoi derivati, dove è presente una deficienza dell’ enzima lattasi capace di scindere il principale zucchero presente nel latte, il lattosio.
Il mercato ha risposto a questa esigenza proponendo alternative vegetali quali i derivati da soia, riso, avena, ecc…
Più recentemente riconosciuta è l’ intolleranza al glutine, detta anche gluten sensitivity, un difetto di immunità innata. La reazione al glutine è un processo immediato, ma i suoi effetti possono comparire solo dopo poche ore o al massimo alcuni giorni dall’ assunzione della sostanza. A differenza della celiachia però si manifesta principalmente nelle persone adulte ed è fondamentalmente una infiammazione delle mucose intestinali.
La celiachia viene definita “enteropatia autoimmune perenne su base genetica”, cioè una reazione anomala dell’ organismo umano verso una particolare sostanza introdotta in un regime alimentare.
Tale fenomeno comporta l’ irritazione delle pareti del tratto intestinale, che, con il tempo, si danneggiano impedendo il corretto assorbimento dei nutrienti.
In questo contesto il Ristorante le Querce si impegna nel rendere piacevole la permanenza del cliente al tavolo, adottando il metodo di cottura in vasi di vetro chiusi ermeticamente in sottovuoto: la così detta vaso-cottura.
Questa lavorazione permette di salvaguardare il sapore, i colori, la consistenza e tutti i nutrienti contenuti nelle materie prime, escludendo ogni tipo di contaminazione da glutine durante la conservazione, offrendo così un’ ampia scelta di portate.